Edit concept Question Editor Create issue ticket

Emorragia


Presentazione

  • La presentazione clinica è variabile sia in termini di severità che di sintomi e segni, rendendo non sempre agevole un riconoscimento precoce.[area-pediatrica.it]
Tachipnea
  • Lo shock è caratterizzato da questi segnali: diminuzione della tonicità muscolare; cute fredda, pallida, spesso sudata; tachipnea. debolezza dei battiti percepiti.Altro fattore da tenere molto in considerazione è il rischio elevato di un'ipotermia del[it.wikipedia.org]
  • In caso di notevole perdita bisogna porre attenzione ai segni di shock ipovolemico (diminuzione della tonicità muscolare, cute fredda e sudata, tachipnea, battito cardiaco decelerato), che deve essere contrastato con massiva reintroduzione di liquidi.[treccani.it]
  • Una perdita ancora superiore, tra il 30% e il 40%, determina marcata tachicardia e tachipnea , sudorazione fredda, calo della pressione arteriosa , indebolimento dei polsi, ansia e confusione mentale , per la scarsa irrorazione del cervello .[starbene.it]
Tachicardia
  • Una perdita ancora superiore, tra il 30% e il 40%, determina marcata tachicardia e tachipnea , sudorazione fredda, calo della pressione arteriosa , indebolimento dei polsi, ansia e confusione mentale , per la scarsa irrorazione del cervello .[starbene.it]
Ferita da arma da fuoco
  • Contusione Ferita da arma da fuoco Esistono una pluralità di categorie e sottocategorie per quanto riguarda le emorragie, ecco una lista delle principali dove si rimanda per una conoscenza approfondita: Emorragia cerebrale Emorragia da impianto Emorragia[it.wikipedia.org]
  • […] da arma da fuoco.[treccani.it]
  • I tipi comuni di lesioni traumatiche includono: abrasioni che non penetrano sotto la pelle; ematoma o contusioni ; lacerazioni o incisioni; ferite da oggetti come aghi o coltelli; ferite da schiacciamento; ferite da arma da fuoco condizioni mediche: ci[pazienti.it]

Trattamento

  • Emorragia subaracnoidea – Trattamento Le possibilità di trattamento includono: trattamento chirurgico, trattamento endovascolare e terapia medica.[medicinafisica.it]
  • Con queste immagini gli specialisti sono in grado di determinare il miglior tipo di trattamento.[pietromortini.com]
  • Il trattamento transcranico , indicato in casi più gravi, permette l’esclusione dell’aneurisma dal circolo, mediante l’utilizzo di clip , piccole mollette in titanio.[fondazioneveronesi.it]
  • L’acido tranexamico, un agente antifibrinolitico, viene utilizzato efficacemente nel trattamento dei sanguinamenti acuti post-traumatici e post-partum.[atbv.it]
  • Trattamento endoscopico Non utilizzare l’adrenalina in monoterapia per il trattamento endoscopico della EDS non da varici.[evidence.it]

Prognosi

  • Prognosi La prognosi dell'emorragia cerebrale è molto variabile in base al tipo di sanguinamento, dalle dimensioni dello stesso e dalla causa che lo ha provocato.[it.wikipedia.org]
  • Emorragia subaracnoidea – Prognosi La prognosi dipende dall’entità del sanguinamento, dalla sua sede, dalla sua causa, dal quadro clinico e dall’eventuale presenza di complicanze.[medicinafisica.it]
  • Prognosi La prognosi è spesso sfavorevole. Revisore(i) esperto(i): Dr Joost HAAN - Dr G.M.[orpha.net]
  • Il piccolo che non aveva più ripreso conoscenza era stato ricoverato in Terapia intensiva, con prognosi riservata. I medici gli avevano diagnosticato, come detto, una grave emorragia cerebrale.[lasicilia.it]
  • Tuttavia, molti aneurismi sono presenti in modo del tutto asintomatico e il vantaggio di poterli trattare per tempo, prima che si verifichi la loro rottura, è indubbio, vista la prognosi ancora molto grave dell’emorragia subaracnoidea.[prevenzione-cardiovascolare.it]

Eziologia

  • Eziologia La causa di gran lunga più frequente di emorragia cerebrale è la "rottura" di un vaso dovuta al danno provocato da ipertensione arteriosa ; in questo caso l'emorragia si localizza quasi sempre in sede tipica.[it.wikipedia.org]
  • Durante i vari ricoveri si effettuano accertamenti volti all’individuazione dell’eziologia dell’emorragia subdurale biemisferica.[area-pediatrica.it]

Epidemiologia

  • Epidemiologia L’emorragia subaracnoidea rappresenta il 5% circa degli ictus cerebrali con circa 10.000 nuovi casi all’anno in Italia.[medicinafisica.it]
  • Epidemiologia dell’evento ictus La mortalità per ictus, almeno nei Paesi occidentali, si è ridotta a partire dagli anni ‘50; secondo gli studi, in Italia il tasso di mortalità è sceso di circa il 30% tra gli anni 1960-1964 e gli anni 1985-1989 e questo[prevenzione-cardiovascolare.it]
Distribuzione tra sessi
Distribuzione per età

Prevenzione

  • Prevenzione primaria in pazienti acuti In pazienti acuti ricoverati in terapia intensiva somministrare inibitori della pompa protonica o H2 antagonisti, possibilmente per via orale, per la prevenzione primaria dell’EDS.[evidence.it]
  • È un passo necessario nell’ottica della prevenzione della depressione post partum”. Maria Cristina Valsecchi[dolceattesa.com]
  • Prevenzione secondaria Abbiamo finora descritto le azioni più opportune ai fini di una prevenzione primaria dell’ESA; nel caso si arrivi però alla rottura aneurismatica, esistono ulteriori azioni da intraprendere per migliorare la prognosi dei pazienti[prevenzione-cardiovascolare.it]
  • PREVENZIONE A oggi non vi sono norme di prevenzione di una emorragia cerebrale.[fondazioneveronesi.it]
  • Esiste una prevenzione per queste lesioni? Ovviamente il controllo della pressione arteriosa e degli altri fattori di rischio cardiovascolare è fondamentale.[sportellocuore.it]

Fai una domanda

5000 Caratteri rimasti Formatta il testo utilizzando: # Intestazione, **grassetto**, _italico _. Il codice HTML non è permesso.
Pubblicando questa domanda accetti i Termini e il Trattamento dei dati personali.
• Usa un titolo preciso per la tua domanda.
• Fai una domanda specifica e fornisci età, sesso, sintomi, tipo e durata del trattamento.
• Rispetta la tua privacy qella e di altre persone, non pubblicare mai nomi completi o informazioni di contatto.
• Le domande inappropriate verranno eliminate.
• In casi urgenti contattare un medico, visitare un ospedale o chiamare un servizio di emergenza!