Edit concept Question Editor Create issue ticket

Convulsione


Presentazione

Epilessia focale
  • Altre diagnosi differenziali si pongono con le convulsioni infantili non familiari benigne, con le convulsioni infantili benigne associate a gastroenterite lieve e con l'epilessia focale infantile benigna con picchi sulla linea mediana e onde durante[orpha.net]

Trattamento

  • Presa in carico e trattamento Le terapie antiepilettiche (ad es. carbamazepina, valproato, fenobarbital) fanno scomparire rapidamente i sintomi e in seguito non ricompaiono altre forme di epilessia.[orpha.net]
  • La prognosi, pertanto, dipende dal tipo di eziologia, dallo sviluppo psicomotorio prima dell’esordio degli spasmi, dall’età di inizio delle crisi e dalla precocità del trattamento.[mammastobene.com]
  • Il trattamento della crisi in atto è volto a scongiurare l' instaurarsi di uno stato di male febbrile nei soggetti a rischio o a interromperlo quando sia in atto ( convulsione protratta ).[simone.it]
  • […] vestiti stretti (soprattutto intorno al collo), pulire velocemente la bocca dalla saliva e da eventuali residui alimentari; poiché la maggior parte delle convulsioni febbrili semplici termina spontaneamente entro 2-3 minuti solitamente non occorre alcun trattamento[mammaepapa.it]

Prognosi

  • Prognosi La prognosi è buona. Le convulsioni di solito scompaiono dopo il primo anno di vita e i pazienti non presentano sequele neurologiche.[orpha.net]
  • Le convulsioni febbrili sono eventi benigni che hanno nella grande maggioranza dei casi una prognosi eccellente (95 %); * Le convulsioni febbrili non causano danno cerebrale o successivo deficit intellettivo; .[luciomariapollini.com]
  • […] tranquillità sul futuro del bambino è importante sapere che ci sono scarse probabilità, pari al 2.5%, che un bambino con convulsioni febbrili sviluppi un'epilessia (sono, in genere, i bambini che hanno presentato convulsioni di lunga durata) e che la prognosi[milleunadonna.it]
  • Le convulsioni febbrili difficilmente provocano danni cerebrali permanenti e si associano ad un ottima prognosi in termini di sviluppo del bambino a lungo termine.[faropediatrico.com]
  • I genitori devono essere tranquillizzati ed adeguatamente informati, sia verbalmente che per scritto, circa la natura benigna delle CF la loro incidenza, la loro prognosi, il moderato rischio di ricorrenza o di sviluppare epilessia.[soccorritori.ch]

Eziologia

  • La prognosi, pertanto, dipende dal tipo di eziologia, dallo sviluppo psicomotorio prima dell’esordio degli spasmi, dall’età di inizio delle crisi e dalla precocità del trattamento.[mammastobene.com]

Fisiopatologia

  • Cistifellea: cos’è, a cosa serve e dove si trova Bimbo nasce senza rompere il sacco amniotico: un caso ogni 80mila [VIDEO] Categorie Anatomia, fisiologia e fisiopatologia Andrologia Bellezza e cura della persona Cosmetica Cucina e ricette light Cuore,[medicinaonline.co]

Prevenzione

  • La terapia delle c.f. non pu ò essere considerata una strategia mirata alla prevenzione dell' eventuale epilessia successiva, ma a evitare, ove necessario, i rischi immediati.[simone.it]
  • Il CDC di Atlanta, un importantissimo ente statunitense che si occupa della prevenzione e del controllo delle malattie, spiega così di che cosa si tratta: A volte, la febbre può causare a un bambino spasmi o movimenti a scatti chiamati convulsioni.[dottoremaeveroche.it]
  • Cura e prevenzione La terapia sedativa ed anticonvulsivante costituisce il trattamento d'elezione per il controllo delle crisi convulsive.[my-personaltrainer.it]

Fai una domanda

5000 Caratteri rimasti Formatta il testo utilizzando: # Intestazione, **grassetto**, _italico _. Il codice HTML non è permesso.
Pubblicando questa domanda accetti i Termini e il Trattamento dei dati personali.
• Usa un titolo preciso per la tua domanda.
• Fai una domanda specifica e fornisci età, sesso, sintomi, tipo e durata del trattamento.
• Rispetta la tua privacy qella e di altre persone, non pubblicare mai nomi completi o informazioni di contatto.
• Le domande inappropriate verranno eliminate.
• In casi urgenti contattare un medico, visitare un ospedale o chiamare un servizio di emergenza!