Edit concept Question Editor Create issue ticket

Colestasi


Presentazione

  • Infine la forma PFIC 5, dalla esigua casistica descritta al momento, ha esordio molto precoce e gravità di presentazione clinica.[malattierare.eu]
  • Torna a “Gravidanza, parto e post partum” Vai a COMUNICAZIONI IMPORTANTI Parlate con noi :-) Presentazioni Eventi dal nord al sud Cicogna Il ritrovo delle Cicognine e delle Naturine Il nido della Cicogna Il ritrovo delle ex cicognine La vita continua.[mammeonline.net]
Urina scura
  • Altri sintomi meno comuni di questa patologia sono, un’urina scura, le feci pallide, la pelle e le cornee gialle.[gravidanza360.net]
Colica biliare
  • La colica biliare, dovuta alla presenza di calcoli nelle vie biliari , è caratterizzata da un dolore molto violento che insorge nella parte alta dell'addome, al centro o più frequentemente verso destra sotto le costole ; successivamente il dolore si estende[my-personaltrainer.it]
Itterizia
  • I sintomi della colestasi possono includere stanchezza 1 , prurito cutaneo 2 , dolore al lato destro dell'addome e itterizia 3 (pelle di color giallognolo) . Tuttavia, alcune persone non presentano alcun sintomo.[malattieautoimmunidelfegato.it]
  • Se si soffre di itterizia, le urine sono scure e le feci chiare e il dotto epatico comune è con ogni probabilità ostruito da un calcolo che causa l' accumulo della bile nel fegato ( ). - patologia biliare.[it.mimi.hu]
  • Ma, in alcuni casi il prurito può essere un sintomo della C olestasi I ntraepatica G ravidica (CIG) una patologia conosciuta anche coi nomi di itterizia della gravidanza, di colestasi intraepatica della gravidanza, di colestasi gravidica e di colestasi[gravidanza360.net]
Epatomegalia
  • È comune l'epatomegalia. Nell'intervallo tra i diversi episodi i pazienti sono asintomatici e l'intervallo tra gli attacchi varia da mesi ad anni.[orpha.net]
Prurito
  • Il prurito e la colestasi intraepatica gravidica Il prurito è un sintomo molto comune in gravidanza. Si pensa che sia generalmente dovuto ad un innalzamento dei livelli di alcune sostanze chimiche nel sangue, come gli ormoni.[gravidanza360.net]
  • A dimostrazione di ciò, l'agonista / antagonista oppioide Naltrexone è usato per trattare questo prurito. ittero, comune nella colestasi ostruttiva, raro in quella intraepatica. feci chiare (ipocoliche), caratteristico della colestasi ostruttiva. urine[it.wikipedia.org]
  • Sintomi Il sintomo principale che caratterizza la colestasi è costituito dal prurito cutaneo .[my-personaltrainer.it]
  • Attenta però se il prurito diventa insopportabile: è possibile che il fegato non riesca a smaltire le sostanze contenute nella bile.[biotechsol.com]
  • Il prurito è tale che possono verificarsi anche lesioni da grattamento, e difficoltà a dormire .[mammaoggi.it]
Feci color argilla
  • Sintomi Feci color argilla o tendenti al bianco ; urine scure ; difficoltà digestive con steatorrea ( feci untuose); prurito cutaneo; nausea o vomito ; dolore al fegato (sotto le ultime coste del lato destro); colorazione giallognola della cute o delle[my-personaltrainer.it]

Trattamento

  • Quando il trattamento e' stato interrotto dopo la normalizzazione, 9 su 17 bambini hanno di nuovo avuto un peggioramento del loro stato di salute. I test epatici si sono di nuovo normalizzati con la ripresa del trattamento.[www1.adnkronos.com]
  • In qualsiasi caso, la frequenza delle somministrazioni e la durata del trattamento devono essere stabilite dal medico.[my-personaltrainer.it]
  • Trattamento Dipende essenzialmente dalla causa. Quando questa è extraepatica, il trattamento è di norma chirurgico e mira a ristabilire il flusso della bile dal fegato verso il duodeno .[starbene.it]
  • […] come può accadere a causa di calcoli o tumori, e il tipo metabolico, dove ci sono alterazioni nella formazione della bile (insufficienza secretoria dell'epatocita) che possono essere causate da difetti genetici od acquisiti come effetto collaterale di trattamenti[it.wikipedia.org]
  • Durante il trattamento della colestasi è importante evitare l'assunzione di qualsiasi sostanza nociva per il fegato, come l'alcool, i grassi fritti e alcuni medicinali. Continua: Farmaci per la Cura della Colestasi »[my-personaltrainer.it]

Prognosi

  • Prognosi La prognosi è di solito buona e, con il passare del tempo, si riduce la frequenza degli attacchi. È comunque stata segnalata la progressione dalla BRIC alla PFIC e alla cirrosi, a indicare un continuum clinico.[orpha.net]
  • Sono, infatti, descritti esordi neonatali con possibili quadri di ascite; presenta, anche nei casi meno gravi all’esordio, una evoluzione rapidamente progressiva ed una prognosi severa che porta a decesso se i pazienti non vengono rapidamente sottoposti[malattierare.eu]

Eziologia

  • La cirrosi biliare primitiva è una patologia a eziologia sconosciuta che si caratterizza sia per la presenza di una ( stasi con flusso retrogrado della bile verso il sangue) di tipo cronico sia per la distruzione progressiva delle vie biliari intraepatiche[it.mimi.hu]
  • Si ritiene che tale condizione abbia una eziologia multifattoriale e che si manifesti in donne geneticamente predisposte in seguito all’interazione con diversi fattori ambientali, tra cui le modificazioni ormonali che avvengono fisiologicamente in gravidanza[farmaciegravidanza.gov.it]

Prevenzione

  • Come sempre le parole d’ordine sono prevenzione e diagnosi precoce . Questa malattia si può controllare facilmente tramite un farmaco, l’ acido ursodesossicolico , che protegge il bambino e diminuisce i sintomi nelle mamme.[biotechsol.com]

Fai una domanda

5000 Caratteri rimasti Formatta il testo utilizzando: # Intestazione, **grassetto**, _italico _. Il codice HTML non è permesso.
Pubblicando questa domanda accetti i Termini e il Trattamento dei dati personali.
• Usa un titolo preciso per la tua domanda.
• Fai una domanda specifica e fornisci età, sesso, sintomi, tipo e durata del trattamento.
• Rispetta la tua privacy qella e di altre persone, non pubblicare mai nomi completi o informazioni di contatto.
• Le domande inappropriate verranno eliminate.
• In casi urgenti contattare un medico, visitare un ospedale o chiamare un servizio di emergenza!